Roberto Coccia 7,83 Hz life energy • 7,49 Hz hearth energy
Menu
Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X

Fiore di campo

Prezzo 10.00 EUR
 musiCAnto
    Fiore di campo
 
01_fiore di campo
02_nasco nuovo
03_ritorna
04_verso casa
05_basta
06_perchè domani
07_stella cadente    

 - cantato -
Registrato a 7,83hz
(frequenza della vita)

 

Total time: 28:10

 

I brani in anteprima sono in formato MP3
1 Fiore di campo Testo

Fiore di campo

 testo e musica di Roberto Coccia

Prendi il vento, fiore di campo.

Su un raggio di sole, supera il tempo.

La tua bellezza, affascina il sogno.

 

Fa che ti colga un vero poeta.

Perché non ti spezza, ma ti protegge,

come fossi in un libro scritto col cuore.

 

Donerà al mare tutto.

Seguirà col cuore il sogno.

Che avvolgerà ogni cosa e te.

 

Guardi su in alto il mutevole cielo.

E come d'incanto voli e ti trovi,

tra soffici nubi, toccato dal sole.

 

I tuoi colori, raggi di luce.

Toccano terra e poi tra le stelle.

Chissà quali occhi, ti vedranno davvero.

 

Passerà l'inverno e il freddo.

Mentre intorno è movimento.

Che non si ferma mai.

Che non si ferma mai.

 

2 Nasco nuovo Testo

Nasco nuovo

testo e musica di Roberto Coccia

Le percezioni si accavallano, e piano piano scendono,

un nuovo mattino nasce dentro di me,

e sogno un cielo che non c’è.

La luce e l’ombra danzano, in un sottile gioco unico,

e con il cuore un po’ più libero, sogno un cielo che non c’è, così …

 

Un cuore che vive nel cuore,

un sole che rinasce sempre,

un fulmine di luce nuova è già.

E sono qui rimango fermo,

ad aspettare il mio silenzio,

che cresce piano insieme a un mondo, in me …

in me che nasco nuovo, si …

 

le sensazioni crescono e le mie mani si aprono,

alla all’accogliente libertà,

e cade il velo accanto a me, perché …

 

Un cuore che vive nel cuore,

un sole che rinasce sempre,

un fulmine di luce nuova è già.

E sono qui rimango fermo,

ad ascoltare il mio silenzio,

che cresce piano insieme a un mondo, in me …

in me che nasco nuovo, si …

E mi rifletto nel mio sole che ogni giorno poi risorge sempre

e che illumina nascoste ombre che ora so,

che ora so che certo fanno parte,

della luce il cuore e l’universo,

che ora sento chiaro forte e vivo, in me,

in me che nasco nuovo, si …

si …

 

 

 

3 Ritorna Testo

 

Ritorna 

Testo e musica di Roberto Coccia
 
Sento che il mio mondo è difficile,
voglio rimanere solo se possibile,
far compagnia agli alberi e alle nuvole,
e dar tempo alla mia anima di crescere.
 
Ed ecco ritorna, il pensiero di te, di nuovo ritorna,
non mi lascia un istante, respira con me, 
e questo contrasto profondo, angoscia mi dà.
 
Questo tempo innaturale, tra tormenti ed emozioni,
ora no, non m’appartiene,
e quante decisioni, quelle prese troppo in fretta,
bruciano, feriscono,
chi, è solo come me, adesso l’impulso cerca te,
no, cancello il pensiero.
 
Voglio respirare libero,  
ma la mia mente combatte, sta con te,
è un fuoco che non brucia, scalda un po’,
non ha la stessa forza dell’anima…
 
Ed ecco ritorna, il pensiero di te, di nuovo ritorna,
non mi lascia un istante, respira con me,
e questo silenzio profondo, coraggio mi dà.
 
Quante volte mi son chiesto,
se la strada da seguire è quella si, forte in me.
Ma se il prezzo da pagare, è spezzare il desiderio,
no, non è facile.
 
 Si mi trovo a pensarti un po’, adesso,
so che solo non sarei, ma…
osservo il pensiero.
4 Verso casa Testo

Verso casa

testo e musica di Roberto Coccia

Vado piano dolcemente e non seguo la mia mente,

che mi porterebbe via velocemente.

E così percorro il tempo col mio passo per davvero,

senza perdere la rotta, senza oblio.

Senza andare fuori strada, nei percorsi accidentati,

col sorriso di sicuro verso casa.

 

E poi chissà, un amore nuovo,

quanto spazio c’è in questo cielo vivo.

In questo cielo che confonde,

in questo cielo che sorprende.

E poi verrà un amico vero,

quanto amore c’è in questo cuore.

 

Verso casa sto tornando e mi accoglie l’imbrunire,

che unisce e che confonde luci ed ombre.

E così respiro a fondo col mio essere più vero,

un istante più presente, senza oblio.

Voglio fare la mia strada nei percorsi in me tracciati,

una guida più sicura verso casa.

 

E poi chissà, un amore nuovo,

quanto spazio c’è in questo cielo vivo.

In questo cielo che confonde,

in questo cielo che sorprende.

E poi verrà un amico vero,

quanto amore c’è in questo cuore.

 

Quanto spazio c’è in questo cuore vero,

in questo cuore che confonde,

in questo cuore che sorprende,

in questo cuore che sorprende,

in questo cuore che comprende.

 

5 Basta Testo

Basta

testo e musica di Roberto Coccia

il vento che una volta a noi portava l’aria pura,

ora è portatore di morte che noi fabbrichiamo.

Inquini anche il tuo cuore e amore non lo sai più dire,

ma cosa credi di ottenere ad avvelenare e cieli e il mare,

tu povero uomo, devi solo ringraziare.

 

Basta. Smetti

Di rovinare ogni cosa che non ti appartiene.

Basta. Smetti

Di calpestare ogni diritto dell’umanità.

 

Adesso anche la terra tu vuoi condannare,

e solo il tuo veleno ci fai mangiare,

non ti è rimasto niente ormai da avvelenare.

E tu hai fatto tutto questo, per poterci guadagnare,

ma sai cosa ne fai del denaro senza la vita.

 

Basta. Smetti

Di rovinare ogni cosa che non ti appartiene.

Basta. Smetti

Di calpestare ogni diritto dell’umanità.

6 Perchè domani Testo

Perchè domani

testo e musica di Roberto Coccia

Lungo il fiume della vita, lungo le introverse identità,

scegli il mare della notte che nascondere ti fa.

Lungo strade più diverso, lungo inutili perplessità,

ti ritrovi appeso ad un filo che più tardi poi si spezzerà.

 

Perché nascondi, perché ritorni?

Perché ti chiedi proprio adesso se lo farai?

Questa volta no…

 

Perché domani e adesso tu non puoi fermarti ancora,

scoppia il cuore dentro al petto,

fallo adesso tu lo puoi, non ti dire mai.

Perché domani e adesso tu non puoi fermarti ancora,

scoppia il cuore dentro al petto,

fallo adesso tu lo puoi, guarda le stelle.

 

Come fosse un altro tempo che non ti appartiene mai,

lasci scorrere la vita come acqua tra le dita,

e non bagni neanche i piedi del tuo corpo spento ormai,

ti ritrovi in poca luce che più tardi poi si spegnerà.

 

Perché confondi, perché sprofondi?

Perché ti vedi come sempre che non lo farai?

Questa volta no…

 

Perché domani e adesso tu non puoi fermarti ancora,

scoppia il cuore dentro al petto,

fallo adesso tu lo puoi, non ti dire mai.

Perché domani e adesso tu non puoi fermarti ancora,

scoppia il cuore dentro al petto,

fallo adesso tu lo puoi, guarda le stelle.

7 Stella cadente Testo

Stella cadente

testo e musica di Roberto Coccia

Svegliami o stella, compagna antica

in una notte così bella tu cadrai,

realizzando in una volta i sogni miei.

Stella perduta luce ad oriente,

rugiada al vento oramai per sempre sei,

persa in un mondo che non t’amerà.

 

Tu la mia stella dove sei?

Si nei miei sogni finirai.

Tu così bella persa ormai,

tra il buio e il vento resterai.

 

Notti incantate, luci argentate,

i mulini a vento e i prati in fiore,

non vedrai mai più,

sogno d’amore e per amore non sei più.

Perla d’agosto cadi in un sogno,

verso il tuo fato vai e non ritornerai,

il tuo destino è nei sogni ormai.

 

Tu la mia stella dove sei?

Si nei miei sogni finirai.

Tu così bella persa ormai,

tra il buio e il vento resterai.